Concentración

De OmraamWiki
Revisión del 07:52 23 ene 2018 de Omraamadmin (discusión | contribuciones) (Considerazioni generali)
Saltar a: navegación, buscar
«Avete spesso constatato che nella vita, se non si è capaci di concentrarsi nel proprio lavoro, non ci si può attendere grandi successi. Se gli acrobati e i giocolieri che si vedono nei circhi non fossero capaci di concentrarsi sul più piccolo gesto che fanno, quante volte sarebbero vittime di incidenti? Ogni lavoro che noi facciamo richiede una certa concentrazione. Se non sappiamo bene su quale oggetto, su quale problema, né in quale modo concentrarci, possiamo perdere il nostro equilibrio, e finire in avvenimenti catastrofici»[1]

Consideraciones generales

La concentración pertenece al alcance de la voluntad, es la base de todas las prácticas meditativas y también el elemento fundamental que nos permite realizar cualquier acción, incluso si la mayoría de nuestros movimientos se realizan mecánicamente. Por ejemplo, para mover una taza hay primero una concentración de pensamiento en el gesto que se va a realizar y, solo después, la energía se lleva al brazo y la mano, de modo que la acción se puede llevar a cabo concretamente; este cambio de energía ya es, en sí mismo, una forma de concentración: cuando estamos relajados la energía se distribuye uniformemente por todo el cuerpo, mientras que cuando actuamos la energía se concentra en la parte que debe realizar la acción, así como mientras estudiamos la energía se concentra en el cerebro.

«In tutte le circostanze dell'esistenza la concentrazione è una manifestazione della volontà. Quando volete ascoltare della musica o una conferenza, concentrate la vostra attenzione nelle orecchie. Quando volete leggere, la concentrate negli occhi. Se volete correre concentrate tutte le vostre forze nelle gambe. Se volete saltare o lanciare un oggetto, concentrate il vostro pensiero in un'altra parte ancora del corpo. In base ai gesti che volete compiere dovete quindi concentrare la forza in determinate parti del corpo. Tutta la natura lavora grazie alla concentrazione: concentrazione di energia, di materiali, di raggi, di onde... Si può quindi rappresentare la concentrazione come un insieme di frecce dirette verso il centro. La concentrazione è un'accumulazione di forze o di materiali in un centro, in uno spazio, per formare e cristallizzare qualcosa. È per questo che dobbiamo essere concentrati se desideriamo poter realizzare le nostre idee nella vita»[2]

Por lo tanto, la concentración puede ser mecánica o voluntaria, y es indudable que los gestos que realiza normalmente una persona son principalmente mecánicos, es decir, no hay control pleno y consciente, son automatismos, mientras que la concentración a la que se refiere Omraam Mikhaël Aïvanhov un acto de conciencia, es decir, el dominio de los gestos, las acciones y todos los movimientos internos, como los sentimientos y los pensamientos.

La capacidad de concentrarse durante un tiempo prolongado en un tema determinado, sin distracciones y sin dispersión, se considera como la base para acceder a estados de meditación más complejos y profundos. Aprender a concentrarse también significa aprender a dominar las propias emociones y pensamientos, ser capaz de controlarse en cada situación y ser consciente de todos los movimientos internos. Omraam Mikhaël Aïvanhov observa a este respecto:

«Che si voglia meditare, contemplare o creare, è necessaria la concentrazione: questo processo non appartiene a una determinata facoltà, ma consiste nel fatto che si impegnano le proprie forze per un preciso scopo e si cerca di mantenerle continuamente orientate in quella direzione. La meditazione, la preghiera, la contemplazione, l'identificazione, presuppongono che si sia capaci di concentrarsi. La concentrazione è indispensabile affinché il lavoro sia efficace; un uomo che lascia che la propria mente si distragga, non realizzerà niente nella vita. Non si può diventare creatori del proprio avvenire finché si è deboli, distratti, deconcentrati»[3]

La concentración se puede lograr de diferentes maneras, y entre los métodos más efectivos encontramos el movimiento consciente del cuerpo, la respiración consciente y la concentración del pensamiento en un sujeto. Sobre este último punto, Aïvanhov explica:

«Cominciate anzitutto a gettare uno sguardo dentro di voi e osservate in quale stato vi trovate. Dopo di che lentamente, dolcemente, portate il pensiero sul soggetto su cui volete concentrarvi. Facendo molta attenzione, aumentate lentamente la concentrazione. Dopo una decina di minuti, il pensiero è ben disposto e obbedisce. […] La questione della concentrazione è relativa unicamente a un fenomeno meccanico. Ora tutto ciò che conta è che si possono ottenere buoni o cattivi risultati. Concentrarsi, di per sé, non vuol dire nulla. Il punto sta nel sapersi concentrare in maniera da ottenere dei buoni frutti. Perché certe persone si concentrano senza successo? Perché concentrano il loro pensiero solo fisicamente. Pensare non è sufficiente; se avete un pensiero e insistete su di lui, con la volontà, questo non funzionerà, poiché se non c’è una vera attrazione, se non vi piace, pensare a questo soggetto risulterà una cosa sgradevole. Se voi non pensate a quel soggetto con amore, la concentrazione non porterà a nulla. Se vogliamo avere buoni risultati con le nostre concentrazioni bisogna avere nei nostri pensieri l’amore»[4]

Por lo tanto, uno entra en un estado de concentración de una manera delicada, suave, sin forzar la mente, escucharse a sí mismo, sin juicios o evaluaciones, y sin esperar resultados inmediatos; estos ejercicios dan fruto si es constante: la práctica diaria es esencial.

«Lavorate sulla concentrazione, ogni giorno, e con quest'arma potente vincerete tutte le difficoltà, i nemici interiori ed esteriori. Quando ci si concentra su un'idea, su una virtù, su un'entità o su una qualsiasi immagine positiva, magnifica, questo disturba tutte le negatività che sono in noi. Ma se lo si fa in modo disordinato, distratto, non si arriverà ad alcun risultato, nemmeno dopo molti anni. Numerosi fratelli e sorelle mi dicono di provare grandi difficoltà a concentrarsi. Forse è la cosa più difficile, ma è l'arma che il mondo inferiore teme di più; davanti a colui che ha sviluppato la potenza della concentrazione, gli spiriti negativi hanno paura; nulla può resistere al discepolo che è divenuto potente e forte con la concentrazione, poiché può proiettare tutta la sua forza su coloro che lo assillano, obbligandoli a capitolare e a sparire. Per il discepolo nulla è più importante della concentrazione. È l'arma più potente, di cui bisogna servirsi giorno e notte, senza sosta. Senza la concentrazione si è perduti.[5]

Bibliografía

Obras y/o conferencias de Omraam Mikhaël Aïvanhov sobre el tema tratado

Monografías o artículos sobre el tema tratado, en relación con la enseñanza de Omraam Mikhaël Aïvanhov

  • Centro Studi Omraam Mikhaël Aïvanhov (2016), La Meditazione nell’Insegnamento di Omraam Mikhaël Aïvanhov, in "Misli", pp. 128 e ss.

Multimedia (imágenes, audio, video)

Extractos de conferencias de Omraam Mikhaël Aïvanhov (audio y/o video)

Conferencias de Omraam Mikhaël Aïvanhov (audio y/o video) publicadas

Notas

  1. Aïvanhov, O. M., Conferenza inedita del 1 maggio 1941.
  2. Aïvanhov, O. M., Conferenza inedita del 1 maggio 1941.
  3. Aïvanhov, O. M., La nuova religione: Solare e universale I, Prosveta, 2009, pag. 55.
  4. Aïvanhov, O. M., Conferenza inedita del 1 maggio 1941.
  5. Aïvanhov, O. M., Conferenza inedita del 3 aprile 1945»

Véase también

Enlaces externos



Avvertenza per il lettore: la stesura di questa voce, provvisoria ed esemplificativa, è solo un punto di partenza, giacché l'argomento è esaminato da Omraam Mikhaël Aïvanhov nell’ambito di migliaia di conferenze da lui tenute tra il 1938 e il 1985. Il ricercatore troverà importanti aspetti di ulteriore interesse leggendo o ascoltando direttamente le sue conferenze, edite dalla Casa editrice Prosveta, unica ed esclusiva titolare dei diritti sulla sua Opera. Pertanto, questa voce non esprime in modo completo ed esaustivo il pensiero di Aïvanhov sull'argomento.


OmraamWiki è un progetto internazionale realizzato con il contributo dei fondi della Ricerca scientifica dell’Università per Stranieri di Perugia (Dipartimento di Scienze Umane e Sociali)